Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3

Portale di informazione e cultura della comunità di Pavona

Il 22 aprile si è celebrata la Giornata della Terra, per ricordare a tutti le problematiche del pianeta, dall'inquinamento all'esaurimento delle risorse non rinnovabili, inducendo tutti all'uso di quegli accorgimenti come il riciclo dei materiali, la tutela delle risorse naturali, la realizzazione di impianti eco compatibili e la protezione delle specie animali.
Nella scuola dell’Infanzia il primo incontro con la terra avviene attraverso il gioco e i bambini la esplorano con i sensi, toccandola e sentendone l'odore.
Con i bambini si sono volute affinare le esperienze percettive rispetto alle caratteristiche della terra, farne scoprire le caratteristiche e la varietà. Ne hanno imparato l’importanza e le funzioni per la vita degli uomini, sviluppando la capacità di lavorare in gruppo.

03 075332 21 83

Le attività sono iniziate in classe con la lettura della storia dell’Albero di Shel Silverstein, nel quale un bambino si innamora di un albero e viceversa. L’albero ed il bambino crescono insieme. Da piccolo il bambino si diverte a giocare con l’albero, poi cresce e comincia a chiedere sempre di più: l’albero prima gli offre i suoi frutti, poi il legno e infine il tronco, finché l’albero non ha più niente da donare e offre al bambino, ormai diventato vecchio, il suo ceppo per farlo riposare.
In questa storia il bambino rappresenta un’umanità egoista che chiede sempre alla natura, senza rispettarla, e a volte danneggiandola profondamente. L’albero rappresenta la natura generosa e disponibile a donare le sue risorse.
Questa storia è piaciuta molto ai bambini che l’hanno reinterpretata attraverso i propri disegni.

03 075332 21 75

L’Istituto Comprensivo “A. Gramsci” poi ha partecipato alla celebrazione di questa giornata con le classi prime della scuola Primaria (sezioni A-B-C-D) e con la sezione E della scuola dell’Infanzia di via Como. A piazza Sanremo hanno piantato 15 giovani alberelli (lecci, ginepri e corbezzoli). Durante la messa a dimora sono state spiegate le particolarità degli alberi, le loro dimensioni e quindi lo spazio che necessitano per crescere.
A questi alberelli è stato dato un nome “Romolo”, “Futura”, “Oxy”, “Floris”, “Zahir”, “Esmeralda”, “Flora”, scritti su mattonelle di marmo donate dalla ditta Sciotti di Pavona.
Oltre a dargli un nome, gli alunni si sono impegnati a "dare da bere" ai loro nuovi amici verdi, aiutati dai genitori, in collaborazione con i residenti di via Roma, istituendo dei turni nel periodo estivo.
La manifestazione è stata promossa dai Comitati di Quartiere di Albano e Pavona, dall’Associazione FARE Castelli, dalla Parrocchia Sant’Eugenio, in collaborazione con l’assessore all’Ambiente Aldo Oroccini del Comune di Albano Laziale, con il patrocinio della Regione Lazio che ha donato gli alberelli, rappresentata da Cristiana Avenali.
Piantare alberi è stato un momento di aggregazione sociale e di collaborazione tra studenti e le principali realtà civiche del territorio che continuerà sabato 26 maggio con la piantumazione di fiori a cura degli scout dell’AGESCI (appuntamento alle 18:00).

Eventi In Arrivo

Giugno 2018
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le news di Pavona e ricevere codici promozionali!

Visitatori

Totali312452

Accesso Utenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.