Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3

Portale di informazione e cultura della comunità di Pavona

Il sottopasso di Pavona è una delle opere più annunciate dei Castelli Romani, argomento fisso di numerose campagne elettorali. Cogliamo l’occasione per chiarire che i sottopassi non riducono il traffico, cioè la quantità di macchine circolanti, ma costituiscono un fattore di sicurezza sia per il servizio ferroviario che per la mobilità stradale.
Nel 2004, in vista delle imminenti elezioni, fu messo in scena il primo cantiere per il sottopasso di via dei Piani di Monte Savello, un progetto che prevedeva una spesa complessiva di 2.582.284 euro. I cittadini solo dopo aver rieletto la giunta Mattei scoprirono che si trattava di una presa in giro, visto che la decisione di recedere dal contratto era stata presa prima delle elezioni, obbligandoci a pagare il mancato utile (131.912 euro) all'impresa appaltatrice. La Corte dei Conti successivamente ha accertato il danno erariale, condannando l'allora Responsabile del procedimento e il Direttore dei lavori a risarcire il Comune rispettivamente con 16.000 e 24.000 euro (sentenza n. 644/2013).
Il 13 novembre 2014, presso il centro anziani di via Roma, è stato presentato in pompa magna un nuovo progetto esecutivo del sottopasso in via dei Piani di Monte Savello per un importo pari a circa 8 mln di euro, finanziati dal Comune di Albano, dalla Regione Lazio e da Rete Ferroviaria Italiana, e fu annunciato l’inizio del lavori per marzo 2015, come sempre poco prima della tornata elettorale. Naturalmente i lavori dopo quasi tre anni non sono ancora iniziati, e anche se l’amministrazione Marini è stata confermata, a Pavona ha subito una sonora sconfitta, segnale di sfiducia dopo le reiterate promesse non mantenute.

Sottopasso MonteSavello 2 2 2


Nel frattempo siamo quasi nel 2018 e dopo il ricorso al TAR da parte dell’impresa piazzatasi seconda nella gara di appalto indetta dal Comune di Albano, finalmente a inizio dicembre il Consiglio di Stato ha ritenuto corretta l’aggiudicazione e adesso pare non resti che consegnare i terreni all’impresa vincitrice.

pavona1


Vista dal di fuori fa venire in mente il ponte sullo stretto di Messina per l’interminabile attesa, ma ad Albano non mancano anche storie di progetti faraonici dalla dubbia utilità, infatti probabilmente deteniamo il record della strada più costosa al mondo: 220 mln di euro per i 2,7 km della famigerata tangenziale.
Insomma motivi per vigilare non mancano e il Comitato di Quartiere Pavona Uno, in un recente incontro con il dirigente dell’ufficio tecnico, ha auspicato che la direzione lavori venga affidata a società specializzate come Italferr, la società che per conto del Gruppo Ferrovie dello Stato segue i lavori per la costruzione di decine di sottopassi in Italia. Tale scelta premierebbe l’esperienza, e soprattutto eviterebbe uno scarico di responsabilità in caso di errori nella fase di realizzazione con il futuro gestore dell’infrastruttura.
Speriamo che l’amministrazione dopo un iter tanto lungo, pretenda innanzitutto che il sottopasso venga costruito bene, senza badare alle scadenze elettorali.

Eventi In Arrivo

Gennaio 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Newsletter

Per rimanere aggiornato su tutte le news di Pavona e ricevere codici promozionali!

Visitatori

Totali259596

Accesso Utenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.